Faq

Che differenza c'è tra psicologo, psichiatra e neurologo? Lo psicologo mi può dare i farmaci?

Lo psichiatra e il neurologo, a differenza dello psicologo, sono dei medici e possono somministrare farmaci. Lo psicologo con specializzazione in psicoterapia ha invece la competenza per aiutare il paziente attraverso l'ascolto attivo e la comprensione empatica.


Che differenza c'è tra psicoterapia e psicoanalisi?

Il termine psicoterapia è molto generico. Al suo interno rientrano differenti tipi di psicoterapia (cognitivista, psicodinamica, gestaltica, etc.). Se facciamo riferimento alla psicoterapia ad indirizzo psicodinamico ci riferiamo ad un approccio che mira ad allargare la conoscenza del paziente rispetto ai significati e alle dinamiche interne di cui non è consapevole.  

La psicoanalisi è una forma di terapia psicodinamica, molto approfondita, che prevede l'utilizzo del lettino con l'analista seduto alle spalle del paziente (mentre le sedute di psicoterapia sono in genere faccia a faccia) e con una frequenza in genere di 3 o 4 sedute settimanali, superiore a quanto avviene per le psicoterapie (di norma 1 o 2 incontri a settimana).

I professionisti che fanno parte dell'Associazione Attraversamenti sono esperti in psicoterapia ad indirizzo psicodinamico.


E' vero che la terapia dura tanti anni?

La durata di una psicoterapia è molto variabile. E' possibile che il percorso terapeutico abbia bisogno di un po' di tempo affinchè il cambiamento psicologico sia stabile e duraturo.

In alcuni casi – soprattutto nel lavoro con adolescenti e giovani adulti – è lecito definire a priori la durata del lavoro terapeutico.

Le psicoterapie hanno una durata in genere inferiore ai percorsi psicoanalitici.


E se poi divento dipendente dallo psicologo?

Tra terapeuta e paziente si stabilisce una relazione che è al contempo professionale ed emotiva. Come in ogni relazione (genitori/figli; marito/moglie; amici; colleghi, etc.) si crea un legame e una “dipendenza” reciproca. Attraverso la psicoterapia il paziente ha la possibilità di riflettere su come gestisce questi sentimenti nei suoi diversi rapporti.


Io mi analizzo tanto da solo/a. E' la stessa cosa?

Non è la stessa cosa. Per quanto possa essere spiccata la capacità di capirsi da soli, la relazione con il terapeuta è un ingrediente fondamentale. E' un laboratorio che consente al paziente di riflettere “dal vivo” e con un supporto competente sul  proprio modo di gestire le relazioni importanti della vita.


Lo psicologo mi da delle tecniche da usare a casa?

Lo psicoterapeuta ad indirizzo psicodinamico non prescrive né suggerisce tecniche da applicare (ad esempio esercizi di respirazione). L'ascolto del terapeuta è infatti aperto all'unicità del paziente e non si può limitare la complessità di quanto emerge nell'incontro terapeutico attraverso l'applicazione di tecniche pre-definite.


E' vero che lo psicologo non dice niente e devo parlare solo io?

L'immagine dell'analista in assoluto silenzio appartiene in prevalenza alla psicoanalisi tradizionale e alla versione cinematografica del lavoro analitico. 

E' vero tuttavia che la voce del terapeuta non deve sovrapporsi a quella del paziente ed ostacolare il libero racconto di ciò che quest'ultimo vuole condividere con il terapeuta.


Ho problemi a casa. Come mi può aiutare lo psicologo se vengo solo io?

Molto spesso le sofferenze più acute vengono localizzate nelle relazioni (nel rapporto con un partner, con la famiglia di origine, quando avviene un lutto o una separazione), ma altrettanto spesso non è possibile “portare” l'altro in terapia. 

E' sempre fonte di beneficio il poter usufruire di uno spazio “privato” - l'ora di terapia - dove condividere la propria sofferenza e riflettere su come sia possibile modificare una relazione che non favorisce lo sviluppo personale.


Quando andare dallo psicologo?

In genere le persone si rivolgono allo psicologo sull'onda di un'urgenza, di uno stato di sofferenza da cui non si riesce ad uscire. E' comprensibile e naturale che sia così. 

Si può allo stesso modo trarre giovamento da una terapia in momenti di “calma”, quando  si desidera capire qualcosa in più su di sé e modificare specifici aspetti della personalità.