Valutazione psicodiagnostica 

La valutazione psicodiagnostica si occupa di descrivere l’organizzazione dei processi di pensiero e la strutturazione dei principali tratti della personalità, con l’ausilio di alcune tecniche di indagine, quali il colloquio clinico e i test. Solitamente per la valutazione si utilizza una batteria di test (proiettivi, di personalità e di livello) che consente di giungere, insieme all’osservazione e al colloquio clinico, ad una valutazione globale della personalità del soggetto.

La valutazione psicodiagnostica viene applicata soprattutto in ambito peritale, sia civile (modalità di affidamento dei minori, valutazione delle capacità genitoriali, risarcimento danno psichico o esistenziale, mobbing, ecc.) sia penale (valutazione dell’infermità mentale del soggetto, sia esso adulto o minore, al fine di individuare l’imputabilità, il grado di responsabilità e la pericolosità sociale, ecc.).